Hamamelis Virginiana

Condividi:
Hamamelis Virginiana

Hamamelis virginiana, l'alleata di tutti i tipi di pelle


Se avete l'abitudine di leggere gli INCI dei prodotti che acquistate, vi sarà sicuramente capitato di imbattervi nel termine Hamamelis virginiana, ingrediente molto utilizzato in erboristeria e cosmesi, ma di cui non tutti conoscono le proprietà!
 

L'Amamelideappartiene alla famiglia delle Hamamelidaceae ed è originaria dell'America del Nord, ma ormai è ampiamente coltivata anche in Europa. Il suo approdo nel nostro continente avvenne nel XVIII secolo, ad opera del naturalista Mark Catesby, che la descrisse nella sua Storia Naturale della Carolina, della Florida e delle Isole Bahamas assieme a numerose altre piante del Nuovo Mondo. Egli la introdusse come pianta ornamentale, e solo a partire dalla fine dell'Ottocento l'interesse degli studiosi iniziò a focalizzarsi sulle sue proprietà terapeutiche, dovute in particolare alla presenza di tannini nella corteccia e nelle foglie.
Al contrario, gli Indiani d'America avevano imparato molto presto a conoscerne profondamente le qualità medicinali, tant'è che la sfruttavano per le sue proprietà cicatrizzanti ed emostatiche e la consideravano una pianta magica da utilizzare durante i rituali sciamanici e divinatori.
 

Questa pianta somiglia molto al nocciolo, tanto che in inglese il suo nome è Witch-hazel, ossia "nocciolo della strega", predilige terreni fertili ed umidi, ben drenati ed esposti in pieno sole, per questo cresce principalmente ai margini dei boschi e sulle rive rocciose di corsi d'acqua.
È un albero deciduo che può raggiungere anche i 6 metri di altezza e le cui foglie, verde scuro in primavera-estate e giallo-ocra in autunno, sono di forma ovale con margine dentellato.Si tratta di una delle poche piante a fioritura autunno-invernale: i fiori, infatti, si aprono con i primi freddi di ottobre, e sono formati da un calice a quattro sepali e quattro petali gialli e sottili. I frutti, invece, sono delle capsule legnose che una volta aperte lasciano cadere i semi scuri e lucidi.


In cosmesi l'Hamamelis è l'ingrediente chiave di numerose formulazioni che vogliono sfruttarne le proprietà. Acque distillate, tonici, detergenti e creme sono solo alcuni dei tanti prodotti in cui possiamo trovarla. Questo perché tutti i tipi di pelle possono trarre giovamento dal suo utilizzo quotidiano: le pelli secche e sensibili, infatti, beneficiano della sua azione lenitiva che permette di idratare la cute placandone l'infiammazione e contrastando problematiche come macchie e couperose; le pelli grasse, invece, godono della sua azione astringente, antibatterica e cicatrizzante che permette di contrastare pori dilatati e comedoni, migliorare la grana della cute e ridurne l'untuosità e l'effetto lucido.
Per di più, l'hamamelis favorisce l'attivazione del microcircolo, per cui dona al viso un aspetto sano e può essere utilizzata nelle creme anticellulite, in particolare per trattare le Culotte de cheval o per problemi derivanti da congestione venosa. Insomma, si tratta di un vero jolly della cosmetica!
 

In fitoterapia, l'acqua distillata e i decotti sono molto utili per lenire le infiammazioni del cavo orale e oculari, ed è anche possibile creare delle pomate ad hoc per trattare vene varicose, scottature e punture di insetto. Inoltre, l'Hamamelis è indicata in caso di problematiche della cute quali dermatosi, eruzioni, psoriasi, orticarie, oppure vasculiti, eczemi o dermatiti da contatto. Questo riguarda altresì la zone intime: è indicata, infatti, per curare emorroidi con prurito o con turbe circolatorie artero-venose, eczemi perianali e il lichen ruber planus, una dermatosi papulosa che colpisce soprattutto la zona genitale, l'interno coscia, ma anche la regione sacrale, i polsi, il collo e i gomiti.
 

Tuttavia, se a livello esterno può essere usata tranquillamente, l'estratto secco per l'uso interno deve essere effettuato sotto controllo medico, in quanto dosaggi eccessivi potrebbero causare danni alla mucosa gastrica o stipsi.
Inoltre, l'ingestione è sconsigliata in gravidanza o se si soffre di ipersensibilità ai suoi principi attivi. In questo secondo caso, anche a livello esterno, il contatto potrebbe causare forti irritazioni o dermatiti.

L'Hamamelis è uno degli ingredienti chiave di molti dei prodotti a marchio Dr.Vandelli, in particolare di quelli della Linea Viso. Per saperne di più visitate la nostra pagina dedicata!